“Trasformarsi per Guarire – Danzando oltre” di Monica Canducci

Una delle cose che mi piacciono di più di Monica Canducci è che non sai mai che cosa ti racconterà. In un modo o nell’altro, riesce sempre a stupirti e portarti su lidi inaspettati. E quando iniziai per la prima volta a leggere “Trasformarsi per Guarire” non avevo idea di quanto interessante, profonda e formante potesse essere questa storia, vissuta e raccontata in prima persona dall’autrice; una storia inusuale che, come lei stessa dice, è “… Una storia dentro la storia… Dentro la Storia…”. Una sorta di viaggio iniziatico alla scoperta e riscoperta di sé, delle proprie potenzialità, alla completa consapevolezza del proprio corpo e dello spirito.Trasformarsi per Guarire - Danzando oltre

Ho sempre amato l’arte e la danza, ma devo dire non ho mai saputo chi fosse Vaslav Nijinsky sino a quando non ho conosciuto Monica. E allo stesso modo, come racconta nella prima parte del libro, neppure lei conosceva questo straordinario ballerino scomparso a metà del ‘900 quando il suo spirito entrò nella sua vita e… Nel suo corpo. Uno spirto irruento, passionale, irrefrenabile, giunto con uno scopo preciso, e che porta Monica a imparare quanto sia importante prendersi cura di sé, della propria fisicità per crescere interiormente e spiritualmente. Una storia di trans-incarnazione, di confini oltrepassati tra la vita e la morte, di coesione fra corpo e spirito, di amori celebrati e amori svaniti. Ed è proprio l’incontro con Nijinsky a spingere Monica a voler scoprire di più del mondo spirituale, del mondo intorno a sé e del mondo dentro di sé.

Ma Monica Canducci non è l’unica autrice del libro. Nijinsky stesso sente il bisogno di dare ancora qualcosa, di riflettere e di mettere ordine ai frammenti della sua vita, delle tragedie vissute prima e dopo il suo internamento in un ospedale psichiatrico. Allo stile pulito, chiaro, fluido dell’autrice, si unisce dunque quello frammentario ed eccentrico del famoso danzatore nella seconda parte del libro, al fine di raccontare due parti di un Tutt’uno, due punti di vista.

Trasformarsi per Guarire, perché è proprio nella ricerca di sé e della propria consapevolezza che si può arricchire il proprio essere, che si può curare ciò che ci blocca e ciò che ci dilania interiormente ed esteriormente. Il cammino è lungo, non sempre lineare o semplice, e questo l’autrice lo sa. E noi tutti siamo consapevoli del nostro potenziale e di quanto potremmo migliorare la nostra esistenza lavorando sul nostro essere?

L’opera si trova in italiano in versione elettronica su Amazon e, presto, anche in lingua inglese. Ho votato “Trasformarsi per Guarire – Danzando Oltre” con 5/5 stelle, e consiglio a tutti di godersi al più presto questa splendida lettura.

E… Non perdetevi il book trailer! 😀

Viljial Chnaal – Il cammino vi sia favorevole!

Charles.

 

Rispondi