“Fleurs de Papier” è tornato!

Salve gente! 😀 È con orgoglio e un po’ di emozione che oggi vi annuncio che “Fleurs de Papier” è tornato! Probabilmente molti di voi si staranno chiedendo: che cos’è “Fleurs de Papier”? Beh, si tratta di una raccolta di poesie in patois e francese scritte a quattro mani da mia madre, la poetessa valdostana Eva Pellissier, e il sottoscritto. La scorsa edizione, come potere leggere nella sezione “Libri” del mio sito, era edito dalla Faligi Editore di Aosta e fu pubblicato nell’autunno 2011.

COVER_hqCon il passare degli anni, i diritti d’autore con la casa editrice si sono estinti e dopo circa due anni era ora di fare qualcosa. È un bel po’ che con mio fratello pensavamo di rieditare la vecchia edizione di questa raccolta di poesie a dire il vero, e così con l’avvento dell’autunno ci siamo messi al lavoro per creare qualcosa d’indipendente.
Abbiamo deciso di rinfoltire la raccolta con le ultime poesie scritte da mia mamma, aggiungerne qualcuna mia, ma soprattutto, fornire anche la traduzione italiana 🙂 . Inoltre, abbiamo curato il rifacimento del sito dove nostra madre pubblicava regolarmente le sue poesie, creato una nuova grafica e un book trailer 🙂 . Ed è così che è nato “Fleurs de Papier – Poésies Valdôtaines”, una fenice dal sentore di viole, un modo per ricordare tutti insieme la voce e il cuore di Eva Pellissier 🙂 .

Ormai lo saprete, il sito è stato curato da mio fratello, l’editing dei testi e le traduzioni da me e la grafica e il book trailer dal nostro fidato Fabio Cento. A questo proposito ci tengo a dire che ciò che vedete in cover (o che vedrete a breve nel book trailer) non è un miraggio, ma la splendida Florida Damasco che ha deciso di posare per noi e dare un volto alla poesia 🙂 .

Se foste interessati, troverete facilmente “Fleurs de Papier – Poésies Valdôtaines” in versione elettronica su Amazonkindle, e in versione cartacea su Amazon e IBS 🙂 .Fleurs paper

Insomma, spero che gli sforzi di tutti noi siano serviti e il nostro ultimo lavoro di gruppo vi piaccia! Vi lascio con una frase che diceva spesso mia mamma Eva, quando qualcuno le chiedeva perché avessimo scelto tale titolo per un libro di poesie, e che vi aiuterà  a capire di che cosa parliamo nella nostra raccolta:

“Le Poesie sono fiori, fiori di carta, alcuni dai colori più vivaci, altri più profumati; altri ancora portano spine… Questo è Fleurs de Papier, una raccolta di emozioni, d’immagini, di riflessioni che ognuno di noi incontra nel corso della propria esistenza”.

Viljial Chnaal – Il cammino vi sia favorevole!

Charles.

Rispondi